Filantropi..

L’ex medico di Bill Gates dice che il miliardario si è rifiutato di vaccinare i suoi bambini

Baxter Dmitry 

Il medico di Bill Gates degli anni ’90 a Seattle dice che il fondatore di Microsoft e sostenitore dei vaccini “si è rifiutato di vaccinare i propri figli ” da piccoli.

” Non so se li ha fatti vaccinare da adulti, ma posso dirvi che  si è rifiutato di vaccinarli da bambini “, ha detto il medico a un simposio medico a porte chiuse a Seattle, aggiungendo ” Erano ragazzi splendidi, davvero intelligenti e vivaci, e ha detto che sarebbero stati bene così com’erano, non avevano bisogno di colpi vaccinali. “

I commenti hanno suscitato grande scalpore tra i medici del simposio , tali affermazioni infrangevano la confidenzialità medico-paziente, secondo quanto riferito. Tuttavia, mentre parlava con altri medici, non stava affatto infrangendo il codice deontologico medico.

Gates ha tre figli con sua moglie Melinda – Jennifer, Rory e Phoebe – nati tra il 1996 e il 2002, e secondo il suo ex medico, sono tutti non vaccinati e in buona salute.

La notizia che Bill Gates non vaccina i propri figli, nonostante sia l’attivista più attivo al mondo per le vaccinazioni obbligatorie, non dovrebbe sorprendere. Gli studi dimostrano che le élite non vaccinano i loro bambini. Ma allo stesso tempo si aspettano che le masse facciano vaccinare i propri figli.

L’élite non vaccina 

In California, i bambini  non vaccinati sono probabilmente bianchi e provengono dalle famiglie più ricche di Los Angeles, secondo un recente studio.

La percentuale di bambini dell’asilo con esonero personale emesso dallo stato è raddoppiata dal 2007 al 2013, dall’1,54% al 3,06%. Sono circa 17.000 i bambini più ricchi, su oltre mezzo milione, che decidono di non ricevere vaccinazioni.

Le percentuali di esenzione dai vaccini erano più alte nei quartieri prevalentemente bianchi, ad alto reddito come Orange County, Santa Barbara e parti della Bay Areasecondo la CNN.

Lo studio , pubblicato sull’American Journal of Public Heath, ha esaminato più di 6.200 scuole della California e ha rilevato che le esenzioni per i vaccini erano due volte più comuni tra gli asili che frequentavano le istituzioni private.

” Ai genitori molto ricchi e privilegiati piace l’idea dell’immunità della mandria, ma non vogliono correre i rischi associati alle vaccinazioni quando si tratta dei propri figli. Sono preoccupati per le reazioni avverse incluso l’autismo. “

Annunci
Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

La massoneria americana tiene per le orecchie i 5 stelle; con loro al potere le ong di soros vomiteranno in Italia milioni di africani

MASSONERIA A 5 STELLE? IL GRAN MAESTRO DICHIARA 34 CANDIDATI GRILLINI.

Quindi i primi accusatori contro la massoneria si scopre che ne hanno ben 34 all’interno delle loro liste, così ce lo dice il Gran Maestro, ma prima di farvi leggere l’articolo del ilgiornale.it vi voglio allegare un video trovato su YouTube, buona visione e buona lettura, e VIVA LA MASSONERIA A 5 STELLE!

Chiara Giannini

«Mi è giunta notizia che i massoni (la maggior parte di essi tutti delle logge irregolari) candidati nelle liste dei 5 stelle siano 34»: Gian Franco Pilloni, serenissimo Gran maestro della Loggia d’Italia Umsoi (Unione massonica stretta osservanza iniziatica) di Cagliari e decretato ad agosto 2016, a Chicago, anche Gran maestro onorario ad vitam delle Grandi logge americane, non tarda a replicare a Luigi Di Maio, che nei giorni scorsi aveva attaccato la massoneria annunciando che avrebbe denunciato tre candidati che hanno omesso di dire di esservi iscritti.

«Una decisione – aveva detto il leader dei pentastellati – presa affinché tutti i cittadini possano votare serenamente il Movimento». Dichiarazioni che hanno scatenato le ire dei grembiuli.

«Come fa una persona che dice cose del genere – si chiede Pilloni – a proporsi per guidare il Paese? Non basta professarsi onesti per avere questo ruolo». In nome dell’obbedienza il Gran maestro dice di non poter rivelare di più. «Chiedetevi – spiega al Giornale – perché nessuno si è permesso di dare smentite su questo dato. Nell’ambiente, però, è ovvio che sappiamo chi siano. Dei 34 che ho citato posso rivelare che, a parte 3 o 4, i restanti appartengono tutti a logge spurie, ossia alla massoneria irregolare, quella non riconosciuta». Di questi, secondo fonti accreditate, sei proverrebbero dalla Calabria. Per chiarire cosa siano le logge irregolari basta rifarsi alla storia.

A spiegarlo proprio Pilloni: «Le potenze massoniche al mondo sono tre: la Gran Loggia d’Inghilterra, la Grandi logge americane e il Grande oriente di Francia. Dopo lo scandalo della P2 il riconoscimento al Goi da parte di inglesi e americani venne revocato. Oggi obbedienze riconosciute sono la Gran loggia regolare d’Italia, che ha l’assenso della Gran loggia d’Inghilterra, la Gran loggia degli alam (obbedienza mista uomini e donne e riconosciuta dal Grande oriente di Francia) e poi la Gran loggia d’Italia Umsoi avallata da quelle americane. Tutto il resto è massoneria fai da te».

Pilloni prosegue: «Ovvio che sul mio territorio io sappia chi è un massone di obbedienza condominiale e chi, invece, non lo è, anche perché la regola, tra massoni, è quella di dichiararsi». Gli appartenenti alle varie logge, pertanto, conoscono sia chi fa parte di realtà regolari, sia chi fa parte di quelle irregolari. «Posso dire – racconta il Gran Maestro – che se un fratello si fosse candidato coi 5 stelle gli avrei fatto un provvedimento disciplinare perché noi garantiamo l’assoluto rispetto dell’io, dell’individuo, ma tu non puoi andare a sposare una causa di una persona che dice che i massoni non sono candidabili. Noi per principio non sponsorizziamo partiti politici, ma portiamo avanti gli uomini che sono degni di rappresentare il popolo nelle istituzioni». E tiene a dire: «Mai nessun partito politico si è espresso in questa direzione. È la prima volta e questo atteggiamento va contro ciò che dice la Costituzione».

Chi vorrebbe la massoneria alla guida del Paese? «Posso solo esprimere un’opinione personale – conclude Pilloni – Penso in questo momento sarebbe utile una persona super partes, un grosso manager alla Marchionne, per intenderci. Che penso di Silvio Berlusconi? Che sia un uomo di cui bisogna avere massimo rispetto perché chi dà lavoro a decine di migliaia di persone, senza mai averne licenziata una e paga fiumi di tasse allo Stato può solo avere la mia ammirazione».

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Perché Dell’Utri deve restare in galera. (L’omicidio Mattei fu forse la maggiore delle trame atlantiche… svelarla metterebbe a nudo la struttura di potere occulto che domina in Italia, la stessa che ha portato la Fiat da Agnelli a Elkan, con l’omicidio di Edoardo Agnelli)

Immagine | Pubblicato il di | Lascia un commento

NON FIDATEVI….

Attenti sono serpenti. I 5 stelle giocano sporco (i capi, non chi li vota, gente quasi sempre onesta, ma ingenua). In Italia, dove temono di perdere voti, a parole, dicono che bisogna fermare l’invasione africana. In sede di istituzioni europee, dove gli italiani non li sentono, sono peggio del Pd. Infatti qui dicono che non solo dovremmo accogliere tutti quelli che fuggono dalle guerre (? c’è posto per tutti in Italia?), ma dovremmo accollarci pure i migranti economici. In pratica, quei pakistani che dicono di avere mal d’ossa nel loro paese per la troppa umidità o quegli africani che dicono di sentire troppo caldo nella propria terra avrebbero diritto alla protezione internazionale e quindi ad essere mantenuti nel nostro Paese negli alberghi a 4 stelle (come i nigeriani che hanno disossato Pamela). Quindi altre ondate di paraculi che con la scusa delle guerre e dei disagi climatici vengono qui a fare i mantenuti e a delinquere (le persone oneste difficilmente abbandonano il proprio paese, i propri genitori e figli). Ecco le testuali parole di una rappresentante grillina

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

La bomba sociale (15 mila su una popolazione di 25 mila!! Nel resto dell’Italia sono numerosissime le bombe come questa).Ringraziamo tutti i dementi che hanno creduto e fatto credere alla storiella di donne vecchi e bambini in fuga dalle guerre, a cominciare dai vertici istituzionali della chiesa e dello stato italiano. Siete di una stupidità criminale!

Castel Volturno, sindaco PD disperato: “Siamo in balia della mafia nigeriana. Basta tolleranza”

Il sindaco di Castel Volturno, Dimitri Russo, del Partito Democratico, intervistato da Il Giornale, sfoga tutta la sua rabbia e disperazione per la situazione fuori controllo del suo Comune, in balia della feroce mafia nigeriana che si aggiunge alla già presente mafia dei casalesi. Una bomba ad orologeria che sta per scoppiare.

Dimitri Russo, 47 anni, sindaco di Castel Volturno (Caserta), ha la faccia simpatica di un dj. Merce rara, soprattutto in un territorio dove lo Stato sembra aver deposto non solo le armi, ma anche la bandiera bianca con cui pare essersi arreso al dominio della mafia «bianca» dei clan dei casalesi e a quella «nera» della mafia nigeriana; «sembra» e «pare», verbi che lasciano però un filo di speranza. Del resto, il futuro, a Castel Volturno, non può essere peggio del passato. O del presente.

Sindaco Russo, martedì arriverà il ministro dell’Interno, Marco Minniti. Cosa gli dirà?

«Che a Castel Volturno non si può più andare avanti così».

«Così» come?

«Con una percentuale di migranti che supera qualsiasi livello di tolleranza».

Quanti sono?

«Circa 15mila. Su una popolazione residente di poco superiore ai 25mila».

Irregolari?

«La maggior parte».

Problemi di ordine pubblico?

«Criminalità record».

La storia di Castel Volturno in passato è stata macchiata da clamorosi fatti di sangue, da stragi, da scontri di mafie tra casalesi e africani».

«La violenza è sempre pronta a esplodere».

Lei ne sa qualcosa, di recente è stato schiaffeggiato con l’accusa di essere il «sindaco dei neri».

«Io sono solo il sindaco delle persone oneste».

Ma di «onestà» nel suo paese ce n’è poca.

«Invece ce n’è tanta».

Però stenta a venir fuori.

«Perché c’è paura».

Paura della mafia?

«La nostra e la loro».

La «loro», di chi?

«Dei nigeriani. Che si sono impossessati delle centinaia di villette abbandonate lungo il litorale domizio».

Come hanno fatto a occupare centinaia di case?

«Hanno sfondato le porte e sono entrati. Poi le hanno depredate sistematicamente. Ora fanno da basi operative del mercato di droga e prostituzione».

Castel Volturno è ostaggio di questa gente?

«In piazza si vedono pochissime persone di colore. Il Comune è come se fosse diviso in due: in paese gli italiani, in periferia gli africani».

Ghetti fuori dal controllo dello Stato?

«Lì c’è uno Stato parallelo. Fatto di degrado e illegalità».

«È la bomba sociale evocata di recente da Berlusconi.

«Tutto mi separa da Berlusconi, ma su questo aspetto ha ragione. E magari si trattasse solo di bomba sociale…».

Perché, c’è di peggio?

«Sì, esiste il rischio anche di una bomba sanitaria».

Motivo?

«Tra i migranti si registrano molti casi di tubercolosi, malaria e Aids. Ma nella comunità africana ci si cura con metodi tribali. Lungo il litorale non esistono fogne e l’inquinamento ambientale è un incubo».

Ci vorrebbero ingenti opere infrastrutturali.

«Il governo ha proposto investimenti. Al ministro Minniti chiederò che gli impegni vengano rispettati».

C’è bisogno di sicurezza.

«Più forze dell’ordine e maggiore prevenzione».

Senza dimenticare i finanziamenti.

«Le casse del Comune sono a secco. Da settimane abbiamo in ospedale un feto partorito e abbandonato da una mamma africana. Vorremmo garantirgli una onorevole sepoltura. Ma non abbiamo neppure i soldi per il funerale».

È terribile.

«Lo so».

Con fonte Il Giornale

redazione riscatto nazionale.net

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento
Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento
Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento